Conti Caponi

Rapporto Vendemmia 2014

Rapporto Vendemmia 2014 Climaticamente parlando in tutta Italia e in Toscana il 2014 e' stato un anno davvero strano. La stagione invernale insolitamente calda e piovosa ha fatto registrare l'inverno piu' caldo dal 1834. In primavera il tempo non e' cambiato molto, le temperature lentamente sono aumentate, ma la pioggia non ha mai smesso di farsi sentire. Cio' ha influenzato tutto il nostro lavoro in vigna e l'obiettivo principale e' stato quello di evitare il ristagno di umidita' tra le viti e, in particolare intorno ai grappoli. L'allegagione e' stata buona e la produzione potenziale sulle viti sembrava promettente ma a causa di un estate calda e umida l'invaiatura e' iniziata otto giorni piu' tardi del solito. Abbiamo allora deciso di ridurre il carico di uva per pianta con una molto selettiva vendemmia verde e lasciato solo le uve mature e sane sulla pianta. Tutte questa dedizione e cura oltre a un bel mese di Settembre asciutto e soleggiato, (come dice un vecchio detto toscano "A settembre caldo ed asciutto aiuta a maturare ogni frutto"), ha garantito una "buona" qualita' del frutto. Nel complesso, i vini hanno una lieve flessione di alcol rispetto agli anni precedenti. Tuttavia essi hanno una notevole acidita' e buona struttura che dovrebbero garantire un buon invecchiamento.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Chiudi